martedì 3 luglio 2012

CONFETTURA DI ALBICOCCHE


Sono stata al mercato giovedì è c'era una buona offerta sulle albicocche se se ne prendeva una grande quantità,così ne ho approfittato per preparare una confettura .
Innanzi tutto spieghiamo la differenza tra confettura e marmellata.
Per marmellata si intende un prodotto a base di agrumi (limone,arancia,mandarino ecc),si parla invece di confettura se si usa qualsiasi altro tipo di frutta (o addirittura verdure).
Fatta questa premessa devo aggiungere che ai fini della conservazione della confettura sarebbe bene usare un 35% di zucchero su un kg di frutta pulita e senza semi.
Nel mio caso la frutta è stata pesata con i noccioli per cui lo zucchero risulta maggiore e il composto molto dolce,se preferite una marmellata più aspra vi conviene pesare la frutta senza noccioli.

INGREDIENTI:
2kg di albicocche preferibilmente mature(pesate con il nocciolo)
succo di un limone
700g di zucchero

Lavate le albicocche,dividetele a metà e privatele dei noccioli e versatele in una pentola di acciaio inossidabile,con fondo spesso per una migliore diffusione del calore.
Aggiungete lo zucchero ,il succo di limone e mescolate bene.
Lasciate macerare per una intera notte con il coperchio.



Dopo di che portate ad ebollizione e da lì in poi fate cuocere per 30 minuti.
Per avere un composto limpido è indispensabile,durante la cottura,eliminare con la cucchiaia bucherellata la schiuma che,via via appare in superficie.


Terminata la cottura lasciare intiepidire un pò e frullare con il frullatore ad immersione.
Prelevate con un cucchiaio un pò di confettura che lascerete cadere su un piatto se rimarrà compatta vuol dire che è pronta.
Riportare il tutto ad ebollizione e travasare nei vasetti sterilizzati.
Clicca qui per vedere come si sterilizzano i barattoli.

Riempire  quasi fino all'orlo ed eventualmente pulire i bordi,chiudere con i tappi nuovi e capovolgere per ottenere il sottovuoto.
Lasciare così per due ore o fino al completo raffreddamento.
Riporre i vasi in luogo fresco,asciutto e buio.










Nessun commento: