mercoledì 31 ottobre 2012

FRITTURA DI PESCE














Per questa sfiziosissima ricetta ho messo all'opera il mio caro fratellino che prima di mettersi a fare il macellaio lavorava come cuoco in vari alberghi stagionali del nord.
Voi direte che non ci vuole un cuoco per cucinare una semplice frittura ed è vero,ma per una riuscita ottimale ci sarebbero delle accortezze da adottare che vi spiegherò mano a mano che procediamo con le varie tappe per la ricetta.

INGREDIENTI per 3 persone:

1kg di pesce fresco misto per frittura(calamaretti,code di gamberi,alici

2l di olio di arachidi

farina di semola

sale

 limone per decorare


Procediamo con la ricetta:
Inanzi tutto puliamo il pesce(in questa ricetta è toccato a me,E ti pareva!!!!)Quindi staccate la testa alle alici e eviscerate le interiora incidendo il ventre con un paio di forbici.
Togliete il guscio alle code di gambero e tirate via le interiora dai calamaretti tirando per il ciuffo,scartate il supporto osseo che è trasparente e sottile.Togliete la pelle nera e tagliate  il ciuffo togliendo la parte degli occhi.Lavate il tutto sotto acqua corrente fredda e scolateli in uno scolapasta.Tagliate i calamari ad anelli .


La seconda fase:
Asciugate con un telo pulitissimo i pesci.

Terza fase:
infarinate con la farina di semola che è tutta un'altra cosa rispetto alla farina normale,il pesce rimane più asciutto e le mani non vi si "sporcheranno"troppo.Dopo di che passate il pesce infarinato in un setaccio per togliere i residui di farina.
Quarta fase:
Versate l'olio di arachidi nel cestello per i fritti(badate che l'olio dovrà essere sufficiente a coprire i pesci,si perchè per una frittura omogenea i pesci dovranno friggere per immersione)
Portate la temperatura a 190gradi,dopo di che immergete il pesce poco alla volta e per categoria,hanno tempi di cottura diverse,i gamberi per esempio sono pronti in poco meno di 2 minuti,i ciuffi dei calamaretti anche meno,le alici e gli anelli  un circa 3 minuti e poco più.Poi non è cosi difficile devono essere leggermente dorati.Scolate i pesci su carta adatta ai fritti.
Mi rendo conto che così facendo il pesce che avrete fritto all'inizio tenderà a raffreddarsi,allora ci sono due soluzioni per ovviare a questo inconveniente,lo mangiate subito oppure lo mettete in forno assolutamente ventilato .Non coprite i pesci ,altrimenti la vostra frittura verrà compromessa,l'umidità che si formerà ammoscerrà il tutto e ne perderà la croccantezza.



Salate al momento del servizio.



2 commenti:

Ely ha detto...

Io non la mangio da tanto, troppo tempo.. e vedere la tua così ben fritta e croccante.. aiuto, scappo da te! :) Un abbraccio grande! :)

gwendy ha detto...

@ELY
se ti può consolare prima di questa ricetta l'ultima volta che avevo mangiato pesce fritto,è stato 2 anni fa al ristorante.Di prepararlo in casa non me la sentivo perchè sinceramente le ultime due volte che l'ho preparato avevo combinato un disastro.Poi mi sono fatta insegnare come si deve, anche se in questa ricetta lo ha preparato il mio caro fratellino,di modo che potessi fotografare i vari passaggi senza troppe manovre contorsionistiche,visto che solitamente cucino e fotografo tutto io.