domenica 29 settembre 2013

PETTOLE

Questa delizia mi ha letteralmente conquistata.Si tratta di un semplice impasto di pane fatto lievitare e poi fritto.Però c'è da precisare che l'impasto rispetto a quello del pane è decisamente più molle e per poterlo friggere senza che si attacchi alle mani bisogna avere l'accortezza di bagnarsele.Con questa ricetta partecipo alla raccolta di   Dolcizie e Fior di Cappero .
Il contest è un modo per far riemergere le vacanze ormai trascorse.Si tratta di preparare un piatto legato alla nostra vacanza .
Ho trascorso una settimana il mese di agosto insieme al mio compagno in una località di mare molto carina;precisamente a Peschici in Puglia.
Un paesino arroccato con casette bianche che mi ricordano molto la Grecia.Non abbiamo girato un gran che perchè i luoghi da visitare li conoscevamo già tutti dal momento che ci eravamo stati anche l'anno scorso,per cui abbiamo deciso di passare le mattine e i pomeriggi in spiaggia.Una vacanze davvero rilassante anche perchè abbiamo avuto la fortuna di imbatterci in un lido di pochissimi ombrelloni alcuni ancora liberi e ne abbiamo approfittato subito.Pochi ombrelloni=poca gente.
Infatti sembrava nostra questa spiaggia,non ci siamo fatti mancare nulla.Il lido (di Matteo) è situato nella splendida baia Jalilllo.Lì abbiamo avuto modo  di assaggiare tante prelibatezze a base di pesce fresco pescato nella zona.A metà mattinata dalla piccola cucina del ristorantino del lido si cominciava a sentire i primi profumi dei vari sughetti che avrebbero condito la pasta,per esempio i troccoli tipicamente pugliesi.Ma il profumo che mi faceva drizzare le "antenne"era proprio quello delle pettole,e credetemi non solo a me!!Un profumo inebriante che mi apriva un varco nello stomaco.Naturalmente ero la prima in fila per le pettole...ihihhih..... e che ve lo dico a fa!!!!!!Quelle della mia ricetta sono più gonfie e naturalmente c'è più mollica ma se le volete più croccanti e quindi con meno mollica  con l'impasto dovete cercare di preparare dei salsicciotti lunghi e piatti invece di palline come noci.Una volte fritte potete anche salarle leggermente se le mangiate da sole.

INGREDIENTI  per 3 persone:
250 g di farina 00
6 g di lievito fresco
acqua tiepida circa 200 ml
sale grosso (mezzo cucchiaio)
Olio di semi di arachidi
In una terrina mettete la farina setacciata,formate al centro una fontana e aggiungete parte dell'acqua nella quale farete sciogliere il lievito,mano a mano che impastate aggiungete la restante acqua nella quale avrete fatto sciogliere il lievito.
Impastate energicamente con le mani cercando di ottenere un impasto elastico ma morbidissimo (lavorate per una decina di minuti).
Coprite con la pellicola e avvolgetelo in un telo in un luogo caldo.
fate lievitare sino al raddoppio (io un paio di ore).
Una volta lievitato l'impasto ,preparate una terrina con dell'acqua nella quale vi bagnerete le mani (per agevolare  l'operazioni di staccare pezzi d'impasto senza che vi si attacchi alle mani) mano a mano che prenderete un pezzetto d'impasto grande quanto una noce.
Friggeteli in abbondante olio girandole con una schiumarola o con l'aiuto di 2 cucchiai.
Le pettole si gonfieranno e potrete toglierle dalla padella una volta che saranno leggermente dorate da ambo i lati.
Mettetele a scolare su carta per fritti e serviteli subito .
Io adoro mangiarli con gli affettati.

12 commenti:

Babe - La Cucina di Babe ha detto...

Mia nonna, pugliese, faceva una cosa simile. Solo che la forma era allargata tipo frittella.
Comunque buonissime ecco.
Baci!

gwendy ha detto...

@Babe-la cucina di Babe
Infatti quelle che ho mangiato io erano come quelle di tua nonna,ma ho voluto provare una forma differente che altri hanno già provato,questo formato mi piace da mangiare con gli affettati,invece quello più piatto per gustarlo da solo visto che ha meno mollica.
Un bacio cara,buona giornata!:-)

Ilaria ha detto...

Anche qui a Firenze si fa qualcosa di simile, si chiamano Coccoli e sono irresistibili... così come lo sono queste Pettole. Mamma mia che fame che mi hai fatto venire... :-)
Se ti va di passare c'è un piccolo pensiero per te nel nostro blog.
Un bacio.

Elisa Di Rienzo ha detto...

Grazie per averci regalato questa ricetta, questo "souvenir di cucina".
Conosco bene questo piatto (sono mezza pugliese1).. e mia hai fatto ricordare una oramai lontana vacanza in quel di Peschici!!

ciao

elisa
il fior di cappero

gwendy ha detto...

@Ilaria
Ma lo sai che il mio compagno pure li conosceva,lui è molisano,ma dalle sue parti si chiamano scrippelle.
Mi sembra di capire che queste pettole si preparano un pò ovunque ma con nomi diversi ahahah :-)
Che bello un pensiero per me!!:-)
Passo subito!!!!:-)

@ELISA DI RIENZO
Allora per te è un piatto molto familiare,sono contenta che ti abbia fatto ricordare la splendida Peschici,io adoro la puglia e ci tornerei molto volentieri!!
Ciao a presto!!

Francesco82 ha detto...

Sono davvero buonissime le pentole!
Grazie per la ricetta cara!
Baci
francesco

gwendy ha detto...

@FRancesco82
Ma grazie a te per essere passato!!:-)
Un abbraccio!

Ros Mj ha detto...

In Campania...paste cresciute :-D!! Si aggiungono anche altri ingredienti, ad esempio, il baccalà, il prosciutto, le alghe, le acciughe. Comunque si chiamino sono fantastiche!! Sento l'odorino di fritturina anche adesso, ahah!! Bellissima la Puglia, vero? Il Gargano però non lo conosco, carino! Baci, tesoro

Beatrice Rossi ha detto...

Qui si chiamano coccoli e sono fatti esattamente nella stessa maniera! vengono serviti con stracchino e prosciutto, sono buonissimi!

gwendy ha detto...

@Beatrice Rossi
Mmm che buoni con stracchino e prosciutto,a quanto pare queste pettole si fanno un pò ovunque con nomi diversi!
Comunque concordo sono buonissimi!:-)

Elisa Di Rienzo ha detto...

ciao!!
scusa se ti disturbo..
riesci ad inviarci per mail (ilfiordicappero@gmail.com) le foto della vacanza di dimensione un po' maggiori? Queste sono troppo piccole e non riesco ad inserirle nella raccolta.
Quelle delle Pettole vanno bene.
Grazie!

elisa

gwendy ha detto...

@Elisa di Rienzo
Ciao Elisa!!
Ti ho inviato altre due foto di dimensioni maggiori.non sono le stesse che ho postato nel mio blog ma fanno parte sempre dello stesso posto che ho visitato.Spero che vada bene lo stesso.