mercoledì 20 novembre 2013

PATATE AMERICANE ARROSTO


 Come sempre quando vado a fare la spesa al supermercato mi capita ogni tanto di imbattermi in prodotti  "nuovi".Questa volta è toccato alla patata americana.Mi ha colpito la grandezza,infatti una sola pesa sui 700 g.All'interno una volta pelata la patata ,è bianca (la buccia invece è rossa).
Non avevo la più pallida idea di come cuocerle e ho deciso di usarle come se fossero delle patate normali,quindi ho optato per fare le patatine arrosto.Voglio essere sincera ed obbiettiva,preferisco di gran lunga la nostra patata classica.Ma ho voluto lo stesso postare questa ricetta per farvi partecipe della mia esperienza con questa patata e fare le mie considerazioni in quanto c'è da dire che il risultato è stato decisamente deludente.Non dico che erano immangiabili ma un gusto a cui noi non siamo abituati.L'unico vantaggio è stata la cottura estremamente veloce,in mezz'ora le patate erano cotte,però non erano croccanti,anzi sembravano cotte al vapore,per cui rimanevano morbide e per quanto riguarda il gusto,sembravano delle patate zuccherate,erano molto dolci....troppo per il mio palato.Ad ogni modo è una ricetta indicata per chi ama il gusto zuccherino.Ed ora vi rimando alla ricetta per tutti coloro che volessero provare l'esperimento:


Ingredienti per 4 persone:
1 kg di patate americane (le mie pesavano insieme kg 1,382 )
olio evo
insaporitore per patate


Lavate le patate,pelatele e tagliatele a tocchetti.
Adagiatele sulla placca del forno rivestita di carta da forno.
Insaporitele con un insaporitore per patate,oliate e mescolatele bene .
Infornate in forno caldo per mezz'ora.
Servite subito.

10 commenti:

Daniela ha detto...

Non ho mai assaggiato le patate americane. Ho letto che si possono usare anche in preparazioni dolci. Comunque sempre buone le patate al forno :)
Buona giornata

gwendy ha detto...

@Daniela
Penso proprio che queste patate siano molto più adatte ad una preparazione dolce.Ho provato anche a farci un purè,ma il gusto era estremamente stucchevole.
Ciao Daniela ,buona giornata!!

la cucina della Pallina ha detto...

provo sempre anch'io prodotti nuovi, le patate americane al mio super però non hanno questo colore della buccia, saranno di un'altra varietà:-) ma non ci faccio un grande affidamento, l'ultima volta ho comprato le patate viola ed erano a pasta bianca...farò un giro dal fruttivendolo!

gwendy ha detto...

@La cucina della Pallina
A dire la verità quel giorno c'erano due tipi di patate americane,quelle che non ho acquistato erano più piccole,piatte e allungate e dalla buccia marrone.Queste che ho preso mi hanno colpito per il colore e per la grandezza e non ho potuto fare a meno di acquistarle.Sicuramente vanno impiegate in altri tipi di pietanze!

Ros Mj ha detto...

In effetti in America fanno la torta di patate dolci...perchè appunto sono dolciastre queste patate. Ricordo distintamente di averle provate e devo confessare che neanche a me fanno impazzire. Per me poi che il salato deve essere salato e il dolce, dolce, le vie di mezzo non sono la strada giusta. Hai fatto bene a postare la ricetta, magari chi non le conosce impara qualcosa. Un bacio alla mia Gwendy!!

gwendy ha detto...

@Ros Mj
Buono a sapersi,magari la prossima volta provo a preparare un piatto dolce.Di solito posto le ricette che mi piacciono,ma facendo un giro nel web ho notato che a molti piacciono questo tipo di patate arrosto, e ti dirò di più alcuni ci aggiungono lo zucchero di canna.Probabilmente spacciano queste patate per dolcetti....Ihihih
Che dirti se io mi imbattessi in un post come questo almeno mi risparmierei la fatica di questa preparazione e utilizzerei la patata in altro modo.
Un bacio tesoro e buona giornata!!!:-)

Elisa Di Rienzo ha detto...

Appena iniziato il tuo post, pensavo di scriverti "mai fatte arrosto le patate americane!!!!".
Le patate dolci...
Poi mi hai confermato che non é proprio la sua cottura ideale!!
Io le ho sempre mangiate semplicemente lessate, intere, e poi si mangiano a fette.
Di solito a fine pasto... A 'mo di dolcetto!

gwendy ha detto...

@Elisa di Rienzo
Ecco la tua è un'ulteriore conferma che le patate dolci è meglio usarle per preparazioni dolci. :-)

paolo ha detto...

Negli Stati Uniti esistono circa 1200 tipi di patate dolci. In Europa ve ne sono di circa 8 tipi. In Italia, nella zona della bassa padovana, vi è la zona doc delle patate dolci. Sono a pelle color crema chiaro, compatte, dolci, abbastanza grandi e non molto lunghe. Non hanno filamenti all'interno(difetto di quelle di Latina). Noi le coltiviamo da oltre 100 anni e abbiamo oltre 60 ricette tra dolci e salate.
Quelle a buccia rossa che sono state provate, appartengono alla qualità prodotta nelle Filippine e Cina : ha una polpa che si sgretola e non "accetta" né il forno né la frittura. Vi consiglio di provare quelle prodotte a Stroppare o ad Anguillara : tutta un'altra cosa sia per il dolce che per il salato. Ps : se volete delle ricette, chiedetemele.

gwendy ha detto...

@Paolo
Innanzi tutto grazie per il tuo commento!!!! :-)
Caspita 1200 tipi di patate dolci!!!!!!!Non me lo sarei mai immaginata,c'è veramente l'imbarazzo della scelta.Non sapevo nemmeno che i padovani coltivassero patate dolci da oltre 100 anni.
Grazie per il tuo intervento,queste notizie sono molto interessanti e terrò in considerazione le patate che ci hai consigliato di provare.
Allora per le ricette immagino che basterà contattarti attraverso il tuo sito!
A presto :-)