giovedì 17 dicembre 2015

PANDORO




















 Questa ricetta è stata un vero e proprio parto!!!!!!Soddisfazione enorme visto i risultati,bello è buono!!!Ahahahah me la suono e me la canto!!!!Buonissimo,soffice e finito in due giorni (lo stesso tempo che ci vuole per prepararlo!!!!)
Però se avete intenzione di prepararlo,armatevi di pazienza perchè prima di assaggiarlo dovrete attendere i vari tempi di lievitazione che sono abbastanza lunghi.Ad ogni modo c'è da dire che durante l'attesa avete tutto il tempo di pulire casa (non per me visto che nel frattempo mi sono messa a preparare le castagne sciroppate e i muffin!!.......sono incorreggibile!!)
INGREDIENTI per un impasto da 1kg
18 g di lievito di birra fresco
3 uova intere più 1 tuorlo
170 g di burro
450 g di farina manitoba
1 bacca di vaniglia
60 ml di latte più 3 cucchiai
125 g di zucchero più 1 cucchiaio
1 cucchiaino di sale
zucchero a velo per guarnire
 FASE N°1
Sciogliete in una ciotola 15 g di lievito di birra con 60 ml di latte tiepido.Unite 1 cucchiaio di zucchero e il tuorlo.



Aggiungete 50 g di farina e amalgamate bene gli ingredienti.

 Coprite l'impasto con pellicola e fatelo lievitare un'oretta (dovrà raddoppiare di volume!)
 FASE N°2
Sciogliete in 3 cucchiai di latte i 3 g di lievito rimasto e versatelo nell'impasto che ormai avrà raddoppiato il suo volume.

 Aggiungete 100 g di zucchero,1 uovo e amalgamate bene gli ingredienti.
 Versate il composto ottenuto in una capiente ciotola con 200 g di farina.
 Impastate bene con le mani e unite 30 g di burro morbido.Coprite nuovamente con pellicola e fate raddoppiare di volume (anche qui partiranno 1 o 2 ore).
 FASE N°3
Togliete la pellicola all'impasto che avrà raddoppiato il suo volume ed unite 200 g di farina,le 2 uova,i semi della bacca di vaniglia,25 g di zucchero e il sale.Impastate nuovamente il tutto ma vi consiglio vivamente di utilizzare questa volta la planetaria,anzi direi proprio che è d'obbligo.A mano è decisamente troppo duro e non riuscireste ad ottenere lo stesso impasto liscio ed elastico.Quindi trasferite il tutto in planetaria a fate lavorare con il gancio per una decina di minuti.



 Ottenuto questo impasto liscio ed elastico mettetelo in una capiente ciotola imburrata e lasciate lievitare coperto da pellicola fino al raddoppio (io circa 3 ore).
Trasferite la ciotola in frigorifero per 8/12 ore (io 9)

 FASE N°4
Togliete l'impasto dal frigo,adagiatelo su di una spianatoia leggermente infarinata e con l'aiuto del matterello stendetelo in un quadrato.
Mettete al centro il 140 g di burro a pezzi leggermente ammorbidito.
Portate i 4 angoli al centro e spianate delicatamente con il mattarello a formare un rettangolo.

 Piegate in 3 e fate riposare dentro un sacchetto di plastica alimentare (quelli per i surgelati) in frigo per 20 minuti.


 Nel frattempo se non sapete che fare potete anche imburrare lo stampo per panettone,basta sciogliere il burro in un pentolino e spennellare lo stampo con il burro sciolto.
Passati i 20 minuti togliete l'impasto dal frigo e ripetete l'operazione delle pieghe per altre 2 volte,naturalmente sempre con il riposo di 20 minuti,quindi in totale partiranno altri 40 minuti.
Dopo l'ultimo riposo stendete l'impasto un'ultima volta facendo il solito quadrato e ripiegando gli angoli al centro,procedete formando una palla rigirando i bordi verso l'interno.Ungetevi le mani con il burro e ruotate l'impasto sulla spianatoia arrotondandolo.
 Mettete la palla nello stampo  (per 1kg di impasto)coperto con pellicola e fate lievitare fino a quando l'impasto arriverà al bordo.

Inserite sul fondo del forno che avrete preriscaldato a 170°una teglia con dell'acqua fredda.Cuocete il pandoro nella parte più bassa del forno per 15 minuti,dopo di che se si dovesse scurire la superficie copritela con carta stagnola.Portate la temperatura del forno a 160°e proseguite la cottura per altri 55 minuti (qui la cottura direi che è piuttosto indicativa,dipende da forno a forno,comunque per regolarvi meglio verso fine cottura munitevi di un termometro e inseritelo al centro del pandoro,dovrà essere 96° per una cottura ottimale).
Sfornatelo e lasciatelo raffreddare un pò prima di toglierlo dallo stampo (io l'ho fatto dopo 1 ora).
Cospargete il pandoro con abbondante zucchero a velo che servirà non solo per decorare ma anche per conferirgli la giusta dolcezza.
Potete consumarlo subito ma il giorno dopo è meglio perchè rimane più compatto e si taglia meglio.Conservatelo in un sacchetto per alimenti.


Ricetta tratta dal sito di "Giallo Zafferano"

12 commenti:

LisaG ha detto...

Adoro il pandoro e ti faccio davvero i miei complimenti, perché l'aspetto è divino . Non ti dico che proverò perché con i lievitati sono una vera schiappa, ma la ricetta la prendo eccome, chissà . bravissima gwendy e baci

gwendy ha detto...

@LisaG
Ti ringrazio di cuore Lisa!!I lievitati sono difficili specialmente azzeccare la cottura ma l'importante è non rassegnarsi!!!
Un bacione grande

Raffaella Agnesetti ha detto...

complimenti per il bellissimo pandoro, io la adoro e l'ho preaparato una volta ma quanto tempo, ci vuole davvero un po' di pazienza :)

andreea manoliu ha detto...

Complimenti, ti è venuto proprio bene, io l'ho provato questi giorni ed era venuto molto bene anche nella cottura, ma poi, mi sono accorta che dopo aver lavato lo stampo nuovo, oliato, ho dimenticato di imburrarlo per bene e quando ho dovuto sformare, un disastro, si è rotto tutto. era buono anche ben lievitato, lo dovrei rifare. sai, ci sono quei giorni che sembra tutto che va storto, ma niente di grave, sono cose che si possono rimediare. Felice giornata in compagnia di questo bellissimo e golosissimo pandoro !

Sabrina Rabbia ha detto...

CHE BRAVA TESORO, E' UN CAPOLAVORO CHE PERO' IO NON RIPETERO' PERCHE' NON MANGIO QUESTI DOLCI A NATALE, SONO UN PO' ANTICONFORMISTA!!!!BACI SABRY

gwendy ha detto...

@Raffaella Agnesetti
grazie Raffaella!!
è vero il lavoro è lungo però ammetto che la soddisfazione è tanta!!

@Andrea Manoliu
Che peccato Claudia!!!Anche perchè i tempi e le fatiche dovrebbero essere ripagati.Va beh dai la prossima volta andrà meglio :-)
Un abbraccio e felice giornata anche a te


@Sabrina Rabbia
ahahah,di solito panettoni e pandori me li regalano e poi sistematicamente li porto nelle case di amici e parenti;ma questo fatto in casa ha tutto un'altro sapore!!!!!!!
Un bacione Sabry

agenda nico ha detto...

E' perfetto...complimenti!
ciao !

speedy70 ha detto...

UN grande lavoro, ma che soddisfazione, e che profumino si sprigiona in cottura.... Bravissima cara!!!!!

Batù Simo ha detto...

wow ma brava! io il pandoro non l'ho ancora fatto, avevo fatto pandorini e panettone, colomba. ecco smentito chi dice che col lievito di birra non si può fare :-) bravissima

gwendy ha detto...

@Agenda di nico
grazie Nico :-)

@Speedy70
Hai detto bene cara!!

@Batù Simo
Io l'anno scorso ho provato con il panettone ma purtroppo si era cotto troppo.Per me la difficoltà principale sta nella cottura.Quest'anno però ho risolto con il termometro.Sinceramente non sapevo che non si potesse fare con il lievito fresco anche se mi sembra strano Boh!!!Ad ogni modo è venuto lo stesso ihihihh
un bacione Simo e grazie per i complimenti :-)

Carmine Volpe ha detto...

magnifico non ho mai fatto un pandoro in vita mia, brava

gwendy ha detto...

@Carmine Volpe
grazie Carmine!!Ricordati c'è sempre una prima volta!!!:-)