venerdì 26 febbraio 2016

SFORMATINI DI RICOTTA E SEDANO RAPA
















 INGREDIENTI per 4 persone
180 g di ricotta di pecora (la ricetta originale prevede ricotta di pecora,l'ho provata anche con quest'ultima ma non si riconosce la differenza se non di prezzo)
150 g di sedano rapa mondato
200 g di cavolo cappuccio (la ricetta originale 100 g)
15 g di grana grattugiato
2 uova
erba cipollina (un mazzettino)
brodo vegetale
latte
aceto di mele
olio evo
sale
pepe
burro e farina per gli stampini

Lessate per 15 minuti il sedano rapa a dadini in 200 g di latte mischiato a 300 g di brodo.
Una volta lessato frullatelo con 80 g di liquido di cottura del sedano rapa.
In una ciotola mescolate le uova con l'erba cipollina tritata,la ricotta,il frullato di sedano,il grana,sale e pepe.

Imburrate ed infarinate 4 stampini di alluminio (4 cm di diametro e 6 di altezza)e riempiteli con il composto.

Tagliate a listarelle il cavolo verza e conditelo con l'aceto di mele.olio evo  e sale e lasciate riposare 20 minuti.
Cuocete i sformatini in forno preriscaldato a 180° per mezz'ora.
Preparate un letto di cavolo verza sui rispettivi piatti e adagiatevi i sformatini di cavolo verza privati dello stampo (per questa operazione è bene aspettare 7/8 minuti in modo che si raffreddino un pò e si compattino meglio,in questo modo eviterete di romperli).
Servite.




La ricetta originale tratta dalla rivista "La Cucina Italiana" di febbraio 2010 prevede una riduzione dell'aceto di mele con una foglia di alloro ma la mia versione,cioè di condire direttamente con aceto di mele l'ho trovata più semplice e ugualmente saporita (la ricetta l'ho provata anche nell'altra versione e il gusto dell'alloro non l'ho percepito).

4 commenti:

Raffaella Agnesetti ha detto...

mi piace un sacco il sedano rapa, devo provare i tuoi sformatini!
raf

Sabrina Rabbia ha detto...

CON LA RICOTTA LI HO GIA' FATTI ANCH'IO MA NON CON IL SEDANO RAPA CHE NON HO MAI ASSAGGIATO, M'INCURIOSISCONO MOLTO!!!BACI SABRY

gwendy ha detto...

@Sabrina Rabbia
Il sedano rapa ha lo stesso sapore del sedano tradizionale.
Un bacio

Carmine Volpe ha detto...

un ottima idea anche per un atipasto della domenica